La Digital Trasformation del Procurement

I cambiamenti generati dalle tecnologie digitali stanno incidendo profondamente sui modelli organizzativi delle imprese e consentono molte  opportunità di innovazione sconosciute sino a poco tempo fa,  ma anche il Procurement aziendale delle PMI e’ in grado di raccogliere questa sfida ?   

Alla domanda  ci si immagina una percorso evolutivo che nella sua fase piu’ evoluta ci porta alla applicazione di processi di intelligenza artificiale, ma tenendo in considerazione le diverse esigenze della PMI rispetto alle Big company, non potrà che arrivare a risultanze finali diverse.

Le numeriche, i volumi di acquisto, e gli investimenti necessari trovano una piu’ difficile applicazione  in una piccola e media impresa, ma che non per questo si deve rinunciare ad innovarsi, ma piu semplicemente dotarsi degli strumenti che per costo ed impatto risultano più adatti alle proprie esigenze.

Ad esempio l’introduzione di piattaforme standardizzate di E-procurement consentono di gestire strutturalmente e condividere una elevata quantita di dati ed informazione,  il cui uso efficace consente di avviare un percorso  virtuoso eliminando le attività ripetitive, più adatte a essere automatizzate.

Attraverso questi strumenti si può avere una migliore e più efficace visibilità  sul processo di acquisto, sui prodotti trattati, sulle quantità acquistate, sulle transazioni e sui costi, ottimizzando rapidamente il processo di budgeting

  • Classificazione della spesa
  • Sourcing strategico
  • Gestione dei fornitori

Un altro elemento di evidente interesse anche per le PMI e’ l’introduzione delle gare/aste online, certamente  uno strumento di acquisto molto potente ed efficace, specialmente per le aree di acquisto piu’ massive e ripetitive, che presentano molti potenziali fornitori interessati. 

Le gare/aste online,  sviluppandosi interamente sul web, permettono di interagire in maniera semplificata con una rete piu ampia di fornitori rispetto a quelli normalmente utilizzati,  e consentono di :

  • organizzare con facilità la fase di invitation estesa a piu’  fornitori
  • ottimizzare il tempo delle risorse umane dedicate all’ufficio acquisti
  • ottenere prezzi di acquisto molto piu’ vantaggiosi rispetto alle tradizionali forme di negoziazione

Se ne puo’ concludere che le nuove tecnologie sono indispensabili per dare un futuro anche alle PMI, ma  richiedono da parte dell’impresa  conoscenza e sensibilità per capirne l’affidabilità e il corretto modo di impiegarle, e devono essere adeguate alle  caratteristiche  ed alle esigenze di ogni singola e diversa azienda.

Smarter Company